Un viaggio attraverso i fiori più belli d’Italia

Agosto è arrivato e con lui sono arrivate anche le vacanze estive. Ovunque vi troviate, quasi sicuramente vi sarà capitato di imbattervi in splendidi fiori, che magari non avevate mai visto prima. Con questo articolo vogliamo accompagnarvi in un viaggio attraverso alcuni dei fiori più belli d’Italia.

IL FRANGIPANI

Frangipani

Conosciuto anche come Pomelia o Plumeria, il Frangipani è un arbusto di origine tropicale molto diffuso a Palermo e in tutta la costiera siciliana. Nel mondo ne sono presenti diverse specie, alcune anche in grado di raggiungere i 10 metri di altezza. La Plumeria siciliana è caratterizzata da fiori bianchi, petali arrotondati leggermente sovrapposti tra loro, con striature gialle o rosa di diversa intensità. È molto noto anche il suo dolce profumo, quasi vanigliato.

LA CAMELIA

Camelia

Originarie dell’Asia, in particolare di Cina e Giappone, le camelie hanno trovato il loro ambiente ideale anche in alcune zone d’Italia. Sebbene non siano più coltivata come un tempo, possiamo trovarle facilmente  in prossimità dei laghi prealpini e in gran parte dell’Italia centro-meridionale. Sono inoltre particolarmente diffuse su tutta la penisola Sorrentina. Proprio a Sorrento, per celebrare la bellezza di questi magnifici fiori,  viene allestita la mostra biennale delle camelie.
Molto forte è anche il suo significato nel linguaggio dei fiori. Quella rossa, ad esempio, simboleggia amore e speranza, mentre quella bianca è segno di stima e di ammirazione verso la persona alla quale si regala.

IL RANUNCOLO

Ranuncolo

Bianco, rosa, giallo, rosso o arancione. Probabilmente avrete già avuto modo di ammirare questo splendido fiore paragonandolo ad una rosellina. Parliamo del ranuncolo, uno dei fiori italiani più apprezzati nel mondo.
Viene ampiamente coltivato in Campania su una superficie di circa 30 ettari, ma ad averne il primato è la Liguria. La produzione è quasi interamente destinata al mercato estero. Il ranuncolo viene esportato non solo in Paesi Europei come Germania, Olanda e Francia ma anche negli Stati Uniti. Tra le spose d’oltre oceano si è infatti sempre più diffuso il desiderio di avere un bouquet nuziale formato da magnifici ranuncoli colorati.

LO ZAFFERANETTO LIGURE

Zafferanetto

Al contrario di quello che potrebbe far pensare il nome, lo zafferanetto ligure cresce non solo in Liguria, ma lo troviamo anche in Sardegna e in Veneto. Viene chiamato così perché i suoi fiori sono molto simili a quelli dello zafferano. Si tratta di una specie erbacea di piccole dimensioni, appartenente alla famiglia delle Iridaceae. I suoi fiori sono solitamente di colore lilla pallido, ma sono molto diffusi anche tendenti al bianco con forti striature viola. Se sarete fortunati da incontrarlo, fotografatelo per mostrarlo ad amici e parenti in tutta la sua bellezza, ma evitate di raccoglierlo. Lo zafferanetto ligure è considerata una specie rara, che sta subendo la competizione di altre specie, come le graminacee.

L’ IRIS

Iris

Se state trascorrendo le vostre vacanze nella bella Toscana, o vi è capitato di trascorrerci qualche giorno, non potete non averlo notato. Chiamato anche giaggiolo, l’Iris cresce spontaneamente sulle colline fiorentine e in tutta la Toscana. È tra i fiori più apprezzati fin dall’antichità. Il suo nome deriva infatti dal greco e significa arcobaleno. Questo perché veniva attribuito alla dea Iride, messaggera degli dei, che si racconta scivolasse sugli arcobaleni per portare agli uomini buone e cattive novelle. Ad oggi se ne conoscono oltre 300 specie di svariati colori. I fiori di Iris sono facilmente riconoscibili in quanto formati da sei petali, tre rivolti verso l’alto e altrettanti rivolti verso il basso.

 

Se volete saperne di più venite a trovarci presso il nostro Garden, oppure contattateci. Saremo a vostra disposizione per qualunque dubbio o curiosità.

Condividi l’articolo:

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on whatsapp