Azalee: varietà e come curarle

Le azalee sono bellissimi arbusti ornamentali, appartenenti alla famiglia delle Ericaceae, che in primavera producono fiori colorati e profumati. Come curarle?

Le azalee sono bellissimi arbusti ornamentali, appartenenti alla famiglia delle Ericaceae, che in primavera producono fiori colorati e profumati.

Le piante di azalea hanno portamento arbustivo e possono raggiungere i 90 centimetri di altezza. Hanno fusti sottili e legnosi che portano foglie ovali, coriacee, di un bel verde scuro e intenso e ricoperte di una fitta peluria.

L’azalea è particolarmente apprezzata per le fioriture abbondanti primaverili, motivo per cui la troviamo spesso nei giardini, su balconi e sui terrazzi. Inoltre sono semplici da coltivare e curare sia in giardino sia in vaso, purché si tenga conto delle esigenze di queste belle piante ornamentali.

Varietà esistenti

Esistono diverse varietà di azalea che si distinguono per il colore dei fiori ma anche per la persistenza delle foglie. In commercio si possono infatti trovare azalee con fiori dal bianco al rosso ma anche ibridi i cui fiori hanno colorazioni lilla o nelle tonalità dell’azzurro.

Inoltre, esistono azalee decidue e azalee sempreverdi: se si acquista una pianta a foglia caduca, l’azalea in inverno perderà le foglie, mentre nel caso di una pianta sempreverde il fogliame resterà per tutto l’anno.

Fiore azalea rosa
Fiori azalee bianchi

Quali sono le cure dopo la fioritura delle azalee?

Le azalee sono arbusti legnosi che vivono a lungo. Quindi, è possibile conservare un’azalea per anni, ma difficile. Se ha il pollice verde e le fa piacere affrontare questa sfida, dopo la fioritura può togliere i fiori appassiti. Dopo di che, collochi l’azalea in un luogo fresco e luminoso. La annaffi regolarmente, ma si assicuri che non rimanga mai dell’acqua nel sottovaso per più di mezzora.  

Dopo la fioritura, può concimare la pianta settimanalmente (mai durante la fioritura). Attorno al 15 maggio, può piantarla all’esterno (con il vaso), in un terreno drenante, preferibilmente a mezzombra. Per tutto il mese di maggio, la annaffi abbondantemente e la concimi moderatamente. Non appena si rischia che di notte geli (ottobre), riporti dentro l’azalea e la collochi in un luogo fresco e luminoso (ad esempio una veranda).  

Se il vaso è diventato troppo piccolo, l’ideale è che la trapianti in un altro. A tal fine, utilizzi sempre torba (terreno acido) o terriccio boschivo. Non appena i boccioli sono sufficientemente gonfi, può spostare la pianta in un ambiente più caldo.   

Condividi l’articolo: